Vita da cani. E’ tempo di vacanze e di caldo… da cani!

Estate bowwwww

Finalmente è arrivata l’estate metereologica e con questa il caldo e le vacanze! Per i nostri amici a quattrozampe sono momenti da gestire in maniera diversa dalla solita quotidianità.
Come andare in vacanza con il nostro cane? Muoversi con i mezzi di trasporto pubblico o privato e quali documenti servono? Ma innanzitutto… attenti al caldo!

ATTENZIONE AL CALDO
Nei mesi più caldi, come per bambini ed anziani, occorre qualche accorgimento in più per tutelare anche la salute dei nostri animali sia che si vada in vacanza, sia che si resti in città.Tra i pericoli più insidiosi ci sono certamente il colpo di calore e il colpo di sole.
A differenza delle persone, che hanno ghiandole sudoripare in tutto il corpo, molti animali domestici -come cani e gatti- queste ghiandole le concentrano sulle zampe. Nonostante i pochi punti di ventilazione, in particolare la respirazione dalla bocca e le ghiandole delle zampe, i cani sopportano anche alte temperature. Ma attenzione i colpi di calore possono portare anche alla morte dell’animale e avvengono soprattutto per la negligenza del padrone.
Poche regole semplici, e sempre da tenere a mente:
– Non lasciate gli animali in auto, non è sufficiente lasciare i finestrini un poco aperti e neanche parcheggiare all’ombra, perché l’abitacolo del veicolo si riscalda rapidamente;
– Non lasciate gli animali legati in luoghi esposti alla luce solare diretta;
– Assicuratevi che abbiano sempre a disposizione acqua fresca, soprattutto dopo l’esercizio fisico;
– Evitate di portarli in passeggiata nelle ore più calde della giornata: il momento migliore è sempre la mattina presto. Ricordatevi che non hanno “le scarpe” e l’asfalto alcune volte brucia, comunque portarsi sempre dietro l’acqua per farli bere e bagnarli se necessario;
– Attenzione ai locali o ambienti con aria condizionata e repentini passaggi ad ambienti esterni caldi;
– Valutate la possibilità di portare i cani in spiaggia solo se sussistono condizioni favorevoli (es. ventilazione, ombra).

Approfondimenti:
LINK: Vita da cani. Arriva Caronte, attenzione al colpo di calore!https://avvertenze.aduc.it/vitadacani/vita+cani+arriva+caronte+attenzione+al+colpo+calore_26284.php
MINISTERO SALUTE
LINK: Il caldo e la salute degli animali domestici
http://www.salute.gov.it/imgs/C_17_opuscoliPoster_189_allegato.pdf

LE VACANZE: COME MUOVERSI CON IL NOSTRO ANIMALE DA COMPAGNIA
Quando la famiglia va in vacanza, e un componente e’ a quattrozampe e con la coda, occorre un po’ di organizzazione in piu’, ma con la buona volonta’ e l’amore si fa tutto! Mezzo di trasporto, alloggio e destinazione devono essere preventivamente organizzati per non trovarsi di fronte a brutte sorprese. Cominciamo con lo scegliere il mezzo di trasporto.

MEZZO DI TRASPORTO
Il cane puo’ utilizzare tutti i mezzi pubblici e privati di trasporto, seppur con una serie di limiti e di obblighi e di accortezze, da parte nostra.

AUTO
Un cane da solo puo’ stare in auto senza limitazioni di alcun tipo sia sui sedili che nel portabagli dietro, senza reti o divisori; se i cani sono in numero superiore a due invece occorre il divisore (VEDI art.169 Codice della Strada). E comunque la guida non deve essere mai messa in pericolo dal cane, quindi dipende da lui e da come si comporta in macchina. Ci sono quelli che dormono tranquilli sul sedile di dietro o davanti o sui tappetini, e ci sono quelli che si agitano un po’ troppo. Per questi e’ utile applicare una rete o delle sbarre divisorie o mettergli la cintura di sicurezza (quella per cani s’intende) e cosi’ la guida non e’ a rischio!
Attenzione in estate alla temperatura alta, tanti accorgimenti e il cane non soffrira’ il viaggio: viaggiare nelle ore più fresche, finestrini aperti e non solo aria condizionata per evitare colpo di calore durante le soste, fermate per fare sgranchire i muscoli e far fare i bisogni fisiologici, acqua, tendine per l’ombra ai finestrini, ecc…
Ci sono cani che soffrono il mal d’auto, sentire preventivamente il veterinario per farsi prescrivere farmaci che possono essere d’aiuto per evitare viaggi particolarmente stressanti.
Un capitolo a parte potrebbe essere dedicato ai turisti che viaggiano con il Camper:
https://avvertenze.aduc.it/vitadacani/vita+cani+come+viaggiare+sostare+cane+auto+nel_26125.php

Nota
Art. 169 del nuovo codice della strada – Trasporto di persone, animali e oggetti sui veicoli a motore
“(…) È vietato il trasporto di animali domestici in numero superiore a uno e comunque in condizioni da costituire impedimento o pericolo per la guida. È consentito il trasporto di soli animali domestici, anche in numero superiore a uno, purché custoditi in apposita gabbia o contenitore o nel vano posteriore al posto di guida appositamente diviso da rete od altro analogo mezzo idoneo che, se installati in via permanente, devono essere autorizzati dal competente ufficio provinciale della Direzione generale della M.C.T.C.”

TRENO
I cani possono viaggiare su tutti i treni: un viaggiatore e un cane, munito di certificato di iscrizione all’anagrafe canina e libretto delle vaccinazioni in regola. Con queste differenze di taglia e di treni: piccola taglia con trasportino e borsa su tutti i treni senza biglietto, qualsiasi taglia senza trasportino con guinzaglio e museruola e pagando metà biglietto per Trenitalia, o 50 euro su Italo, per i cani sopra i 10 kg. Nei regionali sul “predellino” e non nelle fasce orarie dei pendolari tra le 7 e le 9 dal lunedì al venerdì. Informazioni piu’ dettagliate su:
Regolamento Trenitalia:https://www.trenitalia.com/it/offerte_e_servizi/il_trasporto_deglianimalidomestici.html
Regolamento Italo:
https://www.italotreno.it/it/il-treno

AEREO
Purtroppo l’aereo per i cani che non sono di piccola taglia è un problema, infatti vengono ammessi solo in stiva e il viaggio è sempre uno stress e un rischio molto elevato. Quelli sotto i 10 kg possono invece viaggiare in cabina con noi con molte compagnie aeree: uno solo per passeggero e prenotando per tempo visto che solitamente non ammettono più di due cani per volo.
Ogni compagnia ha le sue regole sul peso del cane e del trasportino, sul costo del biglietto, ma ad eccezione delle low cost, molte compagnie ormai accettano i nostri amici a quattrozampe. Occorre sempre la documentazione del libretto sanitario con le vaccinazioni in regola e l’iscrizione all’anagrafe canina, e la certificazione di buona salute redatta dal medico veterinario, in particolareper le razze a muso corto, brachicefale.
Sarà nostra cura ed educazione portare un cane che non abbaia e che non reca disturbo agli altri passeggeri. Anche in cabina devono infatti stare comunque chiusi nel trasportino ai nostri piedi, quindi occorre abituarli prima. Nel trasportino devono poter stare in posizione comoda, potersi girare e accucciarsi ed essere in condizioni di affrontare un viaggio soprattutto se lungo.
Infine, è importante verificare se il volo prenotato preveda scali in Paesi di transito con cambi di compagnia aerea o di velivolo. L’animale, infatti, corre il rischio di essere bloccato nel Paese di transito per eventuali controlli sanitari. Inoltre, i trasferimenti da un aeromobile ad un altro possono comportare stress e rischi. Pertanto, è buona regola informarsi preventivamente anche sugli obblighi sanitari del Paese di transito e non solo di quelli relativi al Paese di destinazione.
Un capitolo a parte e meritorio di attenzione è quello che riguarda gli “animali da supporto emotivo” che in particolare negli Usa, o in Canada vengono equiparati ai cani guida per non vedenti e che dopo aver seguito una serie di autorizzazioni possono seguire la persona da accompagnare senza limitazioni di taglia e di peso e senza pagare il biglietto. In Europa la loro figura non è riconosciuta e quindi se non per voli diretti negli Usa è difficile da utilizzare. Es. Lufthansa: https://www.lufthansa.com/ba/it/cani-da-assistenza

NAVE
Numerose compagnie di navigazione consentono l’accesso di animali a bordo, e sul ponte, ma è opportuno informarsi per tempo sul regolamento della compagnia scelta. Alcune richiedono il certificato di buona salute redatto dal veterinario oltre al documento di identità dell’animale che deve accompagnarlo in ogni suo spostamento. Solitamente valgono le regole simili a quelle del treno e la differenza tra cani di piccola taglia e gli altri, in particolare per accedere alle cabine.

METE ITALIANE: MARE O MONTAGNA, SPIAGGE E ALLOGGI SU INTERNET SI TROVA TUTTO!
Se un cane per amore segue il suo amico a due zampe ovunque, occorre pensare alle sue esigenze quando si programma una vacanza e quindi al suo benessere. In estate va bene portarlo al mare, ricordandosi sempre che le ore più calde sono pericolose. Il mese peggiore per il mare è agosto, quando meglio sarebbe la montagna, agriturismi in collina, ecc… Città d’arte meglio in inverno e primavera, e comunque non in estate.
Mare e spiaggia sono sempre più a portata del nostro amico a quattrozampe. Ci sono molte Bau Beach attrezzate, ma non tutti gli stabilimenti balneari accettano i cani e anche dei regolamenti comunali possono essere limitativi. Perciò attenzione a controllare prima, su Internet si trovano infinite guide.
Albergo, campeggio, agriturismo, case in affitto, tutto è possibile: a voi la scelta. Tutti i motori di ricerca per prenotare dove dormire hanno tra i servizi opzionabili quelli di verifica sull’ammissibilità dei cani.

VIAGGIARE ALL’ESTERO CON IL PASSAPORTO
Per viaggiare all’estero non basta il libretto delle vaccinazioni ma occorre il Passaporto, che lo sostituisce.
Questo documento europeo, riconosciuto anche da altri Paesi extra Ue, viene rilasciato dalla Asl veterinaria locale dove l’animale é iscritto all’anagrafe. Occorre prenotare un appuntamento presso l’Asl, presentarsi con il cane in regola con le vaccinazioni ordinarie e quella antirabbica fatta almeno da 21 giorni. Tempi di prenotazione e rilascio dipendono e variano dalle specifiche Asl, cosi’ come i costi che vanno da 5 a 20 euro, cui aggiungere la vaccinazione antirabbica (che dura 12 o 36 mesi a seconda del tipo di vaccino). Suggeriamo di prenotare per tempo per evitare di non trovare appuntamenti utili alla partenza o di dover pagare supplementi in intramoenia.
Il Passaporto non scade, la validità è riferita alla scadenza delle attestazioni sanitarie. L’avvenuta vaccinazione può essere certificata sul passaporto da un veterinario autorizzato, la validità del vaccino è quella riportata dalla ditta che ha registrato il prodotto nella CE.
Attenzione comunque a dove andiamo e alle disposzioni vigenti in particolare per alcune razze di gran voga in Italia (le cosidette “razze pericolose”) ma assolutamente vietate anche per soggiorni brevi, o di mero passaggio, in molti Paesi Ue.

Donatella Poretti, consulente Aduc
cura la rubrica web “Vita da cani”:https://avvertenze.aduc.it/vitadacani/

Microchippatura Sassari gratuita

Gli appuntamenti di giugno con la microchippatura

Mercoledì 12 giugno, dalle 9 alle 11, nel canile comunale di Sassari a Funtana Sa Figu sulla direttissima per Osilo, si effettuerà la microchippatura gratuita dei cani. Il secondo appuntamento di giugno è fissato per il 25

Al momento della microchippatura gli animali non devono avere pulci, zecche o altri parassiti. I cani aggressivi o di grossa taglia devono avere la museruola. Gli interessati devono presentarsi con un documento personale e codice fiscale. Saranno accettati solo 70 cani, anche di altri comuni. L’anagrafe canina sarà effettuata a cura del servizio Veterinario di Igiene degli allevamenti e delle Produzioni zootecniche della Asl in collaborazione con l’assessorato comunale all’Ambiente.

Per adottare uno dei 260 cani ospiti nella struttura comunale è possibile visitare il canile il lunedì, mercoledì e venerdì dalle 18 alle 19, il martedì e giovedì dalle 18 alle 19.30 e il sabato dalle 18 alle 20. Per chi non può o non se la sente di portare a casa con sé un amico a quattro zampe, è possibile scegliere un’adozione a distanza. La mattina il personale è a disposizione su appuntamento per le attività sanitarie come i vaccini e le visite mediche dei cani adottati.

Cuccioli

Finalmente una grande vittoria chiude il canile Europa di Olbia

Una vittoria per gli animalisti che si sono battuti per la chiusura del Canile Europa di Olbia. Finalmente è arrivata la Notizia tanto attesa

“Siamo soddisfatti, ci aspettavamo questa notizia da tempo, io mi sono messa a disposizione del pm”. Parole di Anna Rita Salaris, portavoce del Movimento animalista sardo dopo la notizia del sequestro del canile Europa di Olbia. La Guardia di finanza di Olbia ha denunciato il presidente e il veterinario della onlus che gestisce la struttura per falso ideologico e detenzione di animali in condizioni di disagio. I militari sono intervenuti su disposizione della Procura di Tempio e hanno riscontrato le cattive condizioni in cui erano custoditi gli animali mettendo i sigilli alla struttura. Nel canile a fronte di una capienza massima di 300 esemplari, si trovano oltre 500 cani in condizioni igienico-sanitarie non adeguate e in box troppo piccoli. I finanzieri del Nucleo mobile del gruppo di Olbia, insieme alla Squadra cinofili e ai Baschi verdi e con l’ausilio della Sezione aerea della Gdf di Elmas stanno ora verificando se esistano gli estremi per contestare altri reati ai responsabili del canile, in quanto sono stati rinvenute confezioni di cibo e diversi farmaci scaduti.

Carissimi amici volontari e non !! Questi sono i 20 cani del comune di Sardara che sono al canile Europa, la maggior…

Pubblicato da Coro Meo su Domenica 7 aprile 2019
Ospiti del
Canile Europa


L’amore per i quattro zampe spesso non ricambiato dall’umano

Una famiglia su tre possiede un animale domestico

Secondo il rapporto Eurispes 2019, nel 2018 una famiglia italiana su tre possiede un cane o un gatto o comunque un animale. Ad occupare il primo posto tra le preferenze degli animali che fanno parte delle case degli italiani ci sono i cani per una percentuale di circa il 40%.   I padroni di Fido sono attenti all’ alimentazione e al benessere e sono sempre più le persone che decidono di adottare e quindi non comprare il nuovo amico.

Un’indagine del 2018 della LAV, la Lega Italiana Antivivisezione, parla di circa 130mila animali abbandonati ogni ann di cui circa 50mila cani.

Nuvole Bianche in adozione Canile Shardana

Il fenomeno è in crescita durante la bella stagione in periodi legati alle ferie. Nel sud e nelle isole il fenomeno è ancora più presente. Per tanti il cane o il gatto rappresenta durante l’estate un problema. Ecco perchè è importante sensibilizzare e adottare con coscienza il cucciolo che crescerà e scegliere le strutture ricettive in base alle esigenze del nostro migliore amico quello che non ci abbandonerebbe mai e che ci sarà fedele sempre.

In Estate i canili si riempono e i cani spesso resteranno a vita dentro quel box dopo essere passati dal divano di casa. Resteranno la ad aspettare che quella stessa mano che li ha abbandonati vengano a prenderli e portarli di nuovo a casa. Aspetteranno chi non li ha meritati per una carezza o sperando di giocare di nuovo insieme.

Adottate un cane non ve ne pentirete ecco il link al canile Shardana in provincia di Cagliari

Zampagram.com



Jovanotti ancora una volta parla dei cani e delle adozioni

Jovanotti lancia un messaggio d’amore per far adottare i cani dal canile

Dall’ America, Lorenzo Cherubini, Jovanotti si fa sentire con il suo spirito animalista  “Adottare un cane è una cosa bellissima,  ma fatelo con intelligenza”. Lorenzo è in tournè e lancia un messaggio d’amore per i cani ospiti del canile municipale di Vasto di cui lui e sua moglie si occupano attivamente

Abbiamo dato notizia qualche settimana fa degli otto cuccioli abbandonati insieme alla loro mamma davanti al cancello del canile.

Jovanotti

“Vi invito ad adottare gli animali che arrivano dal canile di Vasto”, dice Jovanotti, “è una cosa bellissima. Chi lo ha già fatto e chi ha un animale in casa sa quanta allegria, quanto affetto e quanti insegnamenti si ricevono dal rapporto con un animale che vive con noi. E’ importantissimo però”, dice Lorenzo, “che il gesto dell’adozione non sia un gesto impulsivo , in qualche modo legato al momento, al fatto che è un cucciolo e ci fa tenerezza. E’ vero, i cuccioli fanno tenerezza, ma  poi c’è la vita intera di un animale, fatta di doveri, di momenti difficili, di tutto quello che c’è nella vita. Fate questa scelta, vi invito ad adottare, ma fatelo con tutta la dovuta presenza di spirito e di intelligenza”.

Lorenzo e l’amore a quattro zampe

Il video di Jovanotti è stato inviato alla presidente Rosanna Florio  di “Amici di Zampa  “Lo ringraziamo ancora una volta per quello che ha fatto e sta facendo per il canile di Vasto”

Zampagram.com

Elisabetta Franchi la moda al servizio degli animali

Nasce la Onlus Elisabetta Franchi la stilista che ama i cani

Fondazione Elisabetta Franchi Onlus

Fondazione Elisabetta Franchi Onlus

Da sempre attiva in prima persona nella difesa dei diritti degli animali, oggi la famosa designer di moda ha incorporato tutte le varie iniziative in un unico progetto: la Fondazione Elisabetta Franchi. Elisabetta Franchi ha intrapreso un percorso sempre più ambizioso di salvaguardia degli animali con diverse tappe. A partire da l’eliminazione delle pellicce dalla sua collezione, poi la piuma d’oca, la lana d’angora e la costruzione e finanziamento dell’ Island Dog Village EF: un rifugio per i cani della Cina vittime delle barbarie del Festival dello Yulin (il famigerato festival della carne canina). Ciao siamo commossi quando a fine sfilata lo scorso anno ha detto NO al Festival di Yulin!

La costruzione di un rifugio a Forlì entro il 2019

Tutte le attività legate alla Onlus di Elisabetta Franchi (che in Sardegna è di casa infatti ha adottato qua alcuni dei suoi cani) saranno rivolte alla costruzione del Rifugio di animali abbandonati e maltrattati che sorgerà a Forlì. La Fondazione Elisabetta Franchi, entro il 2019 darà ai cani raccolti dalle strade rifugio, cure e amore in attesa di una famiglia. Come già detto la collaborazione con Davide Acito che salva i cani dal macello in Asia, porterà l’aiuto della Fondazione fuori dai confini italiani infatti cercherà di contrastare il fenomeno del Dog Meat Trade (il commercio della carne di cane). Uno sguardo attento arriva anche al Sud Italia e alle Isole dove si vive una realtà difficile per gli amici a quattro zampe.

“Non abbiamo bisogno di indossare una pelliccia per la nostra vanità”: la designer da il via ai progetti per i cani

La Fondazione poi si impegna anche nell’aiutare i volontari in difficoltà che aiutano e salvano le vite di tanti animali. E così, con il motto “Non abbiamo bisogno di indossare una pelliccia per la nostra vanità” Elisabetta Franchi da il via ai numerosi progetti in corso.

Elisabetta Franchi ha  sposato la causa di Davide Acito e contribuito alla realizzazione dell’oasi che ogni anno accoglie i cani salvati dal Festival di Yulin. E personalmente ha adottato tantissimi cani, protagonisti delle sue quotidiane Instagram stories e anche del video celebrativo dei 20 anni di carriera: “Grandi amori della mia vita, anime pure e compagni fedeli. A loro che mi hanno aiutato in tutti questi anni di lavori, va il mio grazie“.

Elisabetta Franchi lo scorso anno 20 anni ringraziando i cani

Zampagram.com

Due nonnine inseparabili in cerca di una famiglia

Fauna e Flora due sorelle, due anziane che si amano e cercano casa

I cani hanno molto da insegnare, questa è una storia d’ amore e di cuore.

Fauna e Flora sono due nonnine, due sorelline che sono cresciute e invecchiate insieme. Si sono sostenute e amate come neanche due esseri umani con un legame di sangue come il loro riescono a fare. Fauna e Flora, condividono la cuccia, il cibo e la sfortuna di non avere una famiglia umana tutta per loro.

Le due nonnine speciali non hanno avuto una vita facile ma la loro forza, quella di essere insieme le hanno portate fino a qui e ora speriamo in un’ adozione di coppia per loro inseparabili dolcissime sorelle.

Nonnine in cerca di adozione di coppia

Adottare un cane non più giovanissimo magari anziano è davvero un gesto pieno d’amore, adottarne due poi che hanno un legame così forte è non solo un gesto di grande altruismo ma regala a chi diventa il riferimento umano per questi amori una grande sorpresa.

I vecchietti sanno essere riconoscenti non danno nulla per scontato e donano emozioni inaspettate riempiendo di gioia i nostri occhi e la nostra anima.

Guarda i miei occhi velati ….vedi l’amore che posso provare per te?

Quando si adotta un cane in genere si cerca un cucciolo da educare, da far crescere con noi e spesso gli anziani non vengono presi in considerazione. Quando si entra in un canile o un rifugio lo si fa con l’egoista di chi pensa “presto andrà via e io soffrirò” invece pensate che questo è un rapporto speciale, un rapporto un legame unico farà bene a loro e a voi perché il rapporto di chi ha qualche annetto in più sulle zampe vi stupirà.  

Per Adottare le nonnine speciali Fauna e Flora contattate la Casa del Randagio Onlus

Per info su questa adozione del cuore, contattate uno di questi numeri:
 347 1876444 – 345 3273820 – 340 1668092 – 334 8071077 

Zampagram.com

Atteggiamento da tenere sotto controllo se il vostro animale lo dovesse fare

State molto attenti, se vedete il vostro gatto o il vostro cane poggiare la testa sul muro e rimanere in questa posizione per diverso tempo, apparendo anche in contemporanea in stato confusionale e non presenti, non lo stanno facendo perché sono stanchi: se il cane o il gatto è stanco di stare in piedi semplicemente si sdraia dove si trova. L’appoggiare la testa sul muro è un sintomo di grave danno neurologico, quindi è un’emergenza veterinaria: va contattato subito il vostro veterinario perché le cause di questo problema sono parecchie.

È l’appello lanciato da una famosa associazione olandese per la protezione animali. Ma per quale motivo? La spiegazione è piuttosto allarmante. A quanto pare, questo è uno dei modi più usati dagli animali per mostrare che provano tanto dolore in testa o altrove, e spesso è segno di una malattia o di un trauma che necessita una consultazione immediata.

Se il vostro cane poggia la testa sul muro o su un mobile, potrebbe essere affetto da gravi problemi o malattie come:

  • Un tumore cerebrale
  • Un’intossicazione alimentare
  • Un’infiammazione all’intestino
  • Un trauma metabolico importante
  • Un’infezione interna

Per questo è importante recarsi il prima possibile dal veterinario, prima che la situazione si aggravi. Saprà consigliarvi sul da farsi, consigliando una visita neurologica ed escludendo altre cause prima di fare risonanza.

Non esitate a condividere queste informazioni e raddoppiare la vigilanza con i vostri amici a 4 zampe!!!

Lorenzo Cherubini – Jovanotti aiuta una cucciolata abbandonata

Che il cantante e la sua consorte aiutino sempre i cani in difficoltà si sa. A Natale dello scorso anno avevano donato 23 quintali di cibo secco ed umido al canile cortonese si Ossaia. Oggi Jovanotti e Francesca Valiani si sono impegnati per aiutare nove cuccioli di cane tramite l’Associazione Amici di Zampa Onlus di Vasto adottandoli temporaneamente; ecco il post:

Foto da Instagram

“Grazie di ❤ a Lorenzo e Francesca che ci stanno aiutando per tantissime cose, amano gli animali quanto noi e non si tirano mai indietro…
Questi 9 cuccioli e moltissimi altri cercano una famiglia, forza chiamate per adottarli!! Per info 3384281867”

Seguite la pagina  Amici di Zampa Onlus Vasto

Zampagram.com

Parte la campagna di sterilizzazione gratuita in Sardegna

Facedog Macomer Onlus: sono i loro ospiti del “condominio” a pubblicizzare la CAMPAGNA DI STERILIZZAZIONE GRATUITA 2019 giocando sulle parole che richiamano al contraccettivo “Preservami tu!”

Preservami tu Balù e Fusilla testimonial

Facedog ci ha abituati a simpatiche iniziative e sicuramente la loro comunicazione è talmente efficace che ci si innamora subito degli “inquilini” anche questa volta le volontarie fanno centro. Ma non è solo Macomer (Nu) a poter “preservare” i cani ma tanti altri centri della Sardegna.

Ecco l’elenco completo Clicca qua https://www.atssardegna.it/documenti/12_111_20180824093004.pdf  

La sterilizzazione è destinata ai cani di proprietà dei cittadini residenti nei vari comuni in elenco.

Gli interessati devono presentare domanda entro il 31.03.2019, utilizzando la modulistica predisposta e disponibile presso l’Ufficio Ambiente, ovvero reperibile sul sito internet del comune di appartenenza. Le domande dovranno pervenire all’indirizzo di posta elettronica certificata PEC o mezzo raccomandata A/R,oppure recandosi presso l’Ufficio protocollo.
L’istanza, debitamente compilata, dovra’ pervenire corredata da:
-copia modello ISEE anno 2018

copia carta identita’ in corso di validita’ dell’intestatario del microchip
-tesserino sanitario con indicazione del numero di registrazione all’ anagrafe canina.
In ogni caso dovra’ obbligatoriamente essere indicato il nominativo dello studio veterinario di fiducia presso il quale sara’ effettuato l’intervento.


Sterilizzare è importante per preservare il vostro cane anche da malattie importanti.
Fate come loro

Zampagram.com